L’inclusivo BAR di Enzo e Tina

Anche quest’anno il bar d’Istituto ha ospitato un’altra speciale tirocinante dell’Europa Unita, Rachele, studentessa della 3C del Liceo delle scienze umane.

Ecco la sua testimonianza:
“Questa attività pratica mi permette di rendermi utile ed aiutare Tina e Deborah in cucina, Enzo al bancone e in cassa.
Sono contenta di questa esperienza perché mi permette di accogliere e conoscere molta gente, studenti e professori a cui dare un po’ di relax.
Per ora sto imparando a impastare, cuocere e farcire focacce, e spero di cimentarmi presto anche nel prendere ordini e preparare i caffè.
Sembra un lavoro tranquillo, ma non lo è affatto!
Bisogna fare moltissima attenzione alle richieste degli avventori, rispettare i tempi degli intervalli, controllare gli ingredienti e la temperatura del forno…
E’ necessaria una concentrazione maggiore di quella di una lezione in classe!
Questa ora di tirocinio, pur essendo intensissima, è piacevole e divertente, specie alla fine, quando posso degustare i prodotti che ho preparato io.”

Sicuramente una buona pratica per esercitare competenze lavorative trasversali che magari serviranno in futuro!

Rachele
Articolo coordinato dai docenti del gruppo di inclusione